Blog

Gestione del patrimonio immobiliare, come avere processi davvero digitali

Gestione del patrimonio immobiliare, come avere processi davvero digitali

pubblicato il: 20 aprile 2021

Ottimizzare la gestione del patrimonio immobiliare è un’operazione complessa e articolata, che richiede competenze e strumenti specifici. Confrontarsi con un portfolio variegato, che va dagli impianti di proprietà a quelli di terzi o in leasing, in Italia e all’estero, significa avere il pieno controllo di numerose variabili, dalla mera gestione patrimoniale al monitoraggio degli aspetti economici e fiscali, sino al rispetto della compliance di settore. 

  

Difficile, se non impossibile, gestire tutto questo affidandosi a semplici operazioni analogiche e manuali: per operare con il massimo dell’efficienza e dell’efficacia è necessario centralizzare ed automatizzare processi e attività con strumenti al passo con i tempi. In una parola: è necessario digitalizzare. 

 

Gestione del patrimonio immobiliare: ecco quel che bisogna tenere presente 

Ma come arrivare ad avere processi davvero digitali nella gestione del patrimonio immobiliare? La chiave di volta sta nell’adozione delle soluzioni IT più adeguate, possibilmente progettate e realizzate - grazie all’esperienza e alla competenza di un consulente qualificato - su misura del cliente. Individuare la miglior suite per il proprio specifico caso può rivelarsi un processo complesso, ma per renderlo più semplice è importante saper individuare sin da subito alcuni requisiti base. 

  

Per avere un’efficiente gestione del patrimonio immobiliare, in pratica, è importante implementare soluzioni digitali che sappiano centralizzare e automatizzare tutte le esigenze chiave: 

  

  • Gestione del patrimonio e dei contratti ad esso collegati, inclusi contratti di leasing e delle varie tipologie di affitto (attivi e passivi, commerciali, abitativi, concessioni etc...) e delle relative scritture contabili; 
  • Gestione delle planimetrie e geolocalizzazione degli immobili, tramite le nuove tecnologie BIM o GEO; 
  • Pianificazione e controllo relativi all’utilizzo dei beni immobiliari esistenti e dello sviluppo del patrimonio attraverso nuove iniziative immobiliari; 
  • Gestione della fatturazione attiva e passiva degli affitti, rilevazione delle spese condominiali e della relativa ripartizione; 
  • Pianificazione e controllo degli interventi di manutenzione con completa integrazione con i processi di acquisto di beni e servizi; 
  • Compliance rispetto ai requisiti normativi e fiscali italiani (IRE, IMU, TASI, TARSU) ed internazionali. 

  

Integrare la soluzione al sistema gestionale 

Esistono team di consulenza in grado di supportare ogni tipo di necessità sul fronte del real estate, mettendo in campo le soluzioni IT più all’avanguardia. La sfida vincente, tuttavia, va oltre una value proposition avanzata ed efficiente: quel che può fare davvero la differenza è la possibilità di integrare tali soluzioni al sistema gestionale, fornendo una visione completa di tutte le transazioni commerciali correlate alla gestione del patrimonio immobiliare nel loro rapporto con le voci di contabilità, controllo di gestione, acquisti, manutenzione, cespiti e gestione progetti. 

Una buona soluzione IT saprà dunque supportare: 

  • Tutte le fasi del ciclo di vita del patrimonio immobiliare e locativo; 
  • La proprietà e la gestione tecnica, amministrativa, contabile e fiscale; 
  • I processi di supporto come il controllo di gestione e il reporting; 
  • Far fronte alle esigenze di compliance, gestendo ad esempio i contratti di leasing oggetto del principio contabile IFRS16 in vigore da gennaio 2019; 

 

L’opportunità decisiva: il ricorso al cloud  

Sul fronte più prettamente tecnico, ridisegnare i processi di gestione degli asset immobiliari secondo logiche di maggior efficienza ed efficacia significa anche far ricorso alle opzioni tecnologiche più innovative. 

Un esempio è il cloud, che nel rapporto con il real estate ha già dimostrato di esprimere opportunità di alto valore competitivo. Grazie a questo ulteriore tassello, nell’integrazione con il software di gestione del patrimonio immobiliare l’attività può godere di vantaggi ancor più determinanti, da un’innovativa gestione degli spazi alla reportistica avanzata. 

L’unione di tutti questi strumenti permette un percorso di digital transformation continuativo in ambito immobiliare, mettendo in campo funzionalità in continua evoluzione in un’integrazione fluida con il sistema gestionale. 

Inoltre, grazie alla flessibilità e personalizzazione del cloud, creare la propria piattaforma digitale per rispondere in maniera puntuale alle proprie esigenze diventa un compito non solo possibile, ma, spesso, decisivo. 

 

QINTESI_CTA_iscrizione-webinar-22aprile2021

 

Tags: Advanced Analytics, SAP REM


Articoli Correlati

Predictive analytics: come sfruttarli per la pianificazione strategica

read more

Smart factory: come funziona la fabbrica digitale e cosa la rende più competitiva

read more