Blog

Qintesi Template, il modello a supporto dell'Insurance business intelligence

Qintesi Template, il modello a supporto dell'Insurance business intelligence

pubblicato il: 10 novembre 2021

L’Insurance business intelligence è la carta vincente di un’impresa assicurativa evoluta, in grado di far fronte alle sfide del mercato 4.0. L’importanza di questo strumento deriva, a sua volta, dalla crescente centralità dei dati, diventati ormai una leva portante del business: le capacità di analisi ed elaborazione di questo patrimonio, allo scopo di estrarne valore, rappresentano oggi un vantaggio competitivo cruciale. 

 

Diventare una “data company” capace di fronteggiare la mole e la complessità dei dati a disposizione, tuttavia, non è compito semplice. Il passo fondamentale è dotarsi di architetture dati e relative tecnologie sempre più complesse per la loro gestione, scegliendo all’interno di un ventaglio di proposte che il mercato sta rendendo sempre più articolate e vaste. 

Come muoversi dunque? Individuare l’interlocutore giusto può sembrare complicato. Ma le referenze, in questo caso, possono venire in aiuto. 

 

Qintesi, tech-company che eroga servizi di management consulting e di system integration, è fra le voci più storiche del comparto. E, in questo quadro, la sua proposta, forte di un’esperienza di lunga data e di best practice consolidate, si declina in soluzioni It in grado di accelerare, da mesi a poche settimane, l’implementazione di data lake e (big) data warehouse in Cloud utilizzando un consolidato approccio metodologico. 

La piattaforma Qintesi copre tutto il ciclo di vita del dato, dall’ingestion da molteplici fonti di dati (fonti di dati eterogenee), fino alla visualizzazione in dashboard e applicazioni di reportistica, passando attraverso processi di pulizia, anonimizzazione e trasformazione del dato stesso. 

 

Le funzionalità dei Qintesi Template sui dati 

In termini tecnici, Qintesi propone template che consentono le più svariate funzionalità e soluzioni, tra cui - ragionando sui dati - la possibilità di: 

  • Effettuare l’ingestion nelle varie modalità batch, real-time e streaming dalle più differenti fonti dati, sia on premises che in cloud; 
  • Strutturare il data warehouse o il data lake e organizzare le informazioni in essi contenute in zone con diversi livelli autorizzativi, di granularità del dato, per diversi fruitori delle informazioni (data scientist, data analyst, visualization engineer, business analyst…); 
  • Gestire il data catalog, ossia le informazioni sulle entità presenti nel modello dati, compresa la loro definizione di business, e il data lineage (il percorso dell’informazione dal sistema sorgente al report finale); 
  • Trasformare i dati grezzi in modelli fruibili da applicazioni analitiche, di Machine Learning e Intelligenza Artificiale, per permettere di ottenere il massimo valore possibile dal dato; 
  • Monitorare i processi di caricamento e trasformazione del dato, per essere in grado di rispondere rapidamente ad eventuali criticità. 

 

 

Il servizio Qintesi per l’Insurance business intelligence 

In ambito prettamente Insurance, i sistemi SAP cui Qintesi si affida hanno capacità di gestione di tutta la contabilità generale assicurativa, sulla base delle registrazioni contabili che derivano dagli input manuali e dai workflow. “In termini analitici - spiega Alessandro Cherchi, Senior Manager Client Account Qintesi -, tale attività d’azienda si confronta quotidianamente con un set molto ampio di dati, che spazia dal livello di oggetto fisico/giuridico al dettaglio di polizza, provvigione o liquidazione. Si tratta di milioni di record mensili registrati sul sistema transazionale, dai quali un’adeguata attività di Insurance business intelligence può estrarre importante valore competitivo e strategico”. 

 

L’esperienza Qintesi in termini di Insurance business intelligence mette a disposizione quattro tipi di servizio: 

Reporting: il modello di reporting permette di monitorare l’andamento periodico dell’azienda fino al massimo livello di dettaglio. Le grandezze monitorate sono tutte le componenti di bilancio assicurativo (premi, provvigioni, liquidazioni, sinistri, riserve, partite finanziarie). Le funzioni principalmente interessate sono l’ufficio bilancio e il controllo di gestione.  
  1. Adempimenti normativi: le compagnie assicurative sono sottoposte al controllo degli organi di vigilanza e sono obbligate a produrre una molteplicità di moduli che permettono di monitorare l’andamento del comparto assicurativo e delle singole compagnie. Questo sia a livello locale sia a livello europeo (IFRS, Pillar) . A tal fine Qintesi ha iniziato un processo che permette la produzione automatica e real time dei moduli abbandonando le vecchie metodologie manuali basate sugli excel. 
  2. Quadrature: il sistema di contabilità industriale contiene dati che provengono da fonti eterogenee, dai sistemi di portafoglio al data entry agenziale. Tali dati poi seguono differenti percorsi che vanno verso i sistemi di datawarehouse e verso sistemi di contabilità generale. Al fine di garantire la consistenza di queste informazioni Qintesi ha introdotto un sistema di data quality basato su KPI che monitorano il flusso informativo. 
  3. Open hub: il datawarehouse gestito da Qintesi funge anche da data hub per sistemi terzi, fornendo dati più o meno aggregati integrati con altre informazioni in loro possesso. Ne è l’esempio il report agenziale che permette alle agenzie di consultare dati contabili pur non accedendo al sistema di riferimento 
  4. A questi quattro servizi si affianca poi l’attività di reporting sulla contabilità generale, in cui compagnie di uno stesso gruppo fanno confluire i dati di bilancio per ottenere un quadro consolidato. 

 

Insurance business intelligence: una fonte di vantaggi operativi 

Quali sono i vantaggi operativi che derivano dall’utilizzo di queste soluzioni?  

“Nell’ambito della contabilità ci sono tempi e scadenze da rispettare, ad esempio in termini di modulistica, con conseguente allocazione di risorse umane alle attività di compilazione moduli e trasmissione di informazione agli organi di vigilanza - chiarisce Cherchi -. Sono processi che richiedono parecchio tempo (a volte un mese o due) per recuperare tutti i dati e produrre i relativi tabulati. Automatizzare tutto questo significa semplificare il lavoro in termini di tempo e complessità, e migliorare la qualità del lavoro delle persone, che non devono più dedicarsi ad attività ripetitive ma solo verificare la bontà dei dati”.  

 

Si tratta di soluzioni che superano la classica struttura business content ready to use, tipica di SAP: “Sarebbe facile pensare che un colosso come SAP abbia ormai mappato tutti i processi aziendali possibili - fa notare Cherchi -. E invece, esistono ancora margini di customizzazione e, anche qui, noi di Qintesi possiamo intervenire: partendo sempre dal requisito utente e personalizzando la soluzione, dando spunti di miglioramento sulla base delle attività operative giornaliere, per soddisfare le specifiche esigenze”.  

Valutato, quindi, il patrimonio dei dati, nonché la loro tipologia e collocazione, Qintesi sostiene le imprese del comparto Insurance definendo in autonomia un modello di sviluppo sostenibile, garantendo un supporto - che è comunque di necessità minime - e definendo un modello di reportistica perfettamente in linea con i need dell’impresa. 

 

New call-to-action

Tags: Insurance


Articoli Correlati

Big data e assicurazioni: ecco il legame in termini di competitività

read more

Data Quality: cos'è e quanto incide nell'insurance

read more